Home » ATTIVITA' IN CORSO » Tirrenia CIN

Tirrenia CIN

Poca trasparenza negli accordi dei sindacati

MARITTIMI

ANNA MASSONE DEL CENTRO NAZIONALE MARITTIMI

La riunione di ieri tenutasi a Roma, tra C.I.N.  Tirrenia e Sindacati, si è conclusa alle 21 circa  con un nulla di fatto e con un rinvio a data da destinarsi per poter concordare ancora su alcuni punti. 

Per  noi  del CENTRO NAZIONALE MARITTIMI, ma soprattutto per i lavoratori marittimi è già un primo passo, una prima vittoria che la riunione sia stata rinviata, nonostante il tentativo dei Sindacati di svilire il nostro operato. 

Segnaliamo che nonostante i Sindacati sostengano che la prima convocazione sia avvenuta alla presenza di “numerosi” marittimi in convenzione e fuori convenzione, il numero dei partecipanti alla convocazione non aderenti alle sigle sindacali era di soli sette marittimi, che certamente non fanno la maggioranza, anche perché non potevano avere la delega da parte delle migliaia di dipendenti Tirrenia. 

Ci sembra chiaro che non sia stata garantita la massima trasparenza della procedura e la rappresentatività della categoria nella riunione.  

La trasparenza e la rappresentatività si ottengono convocando anticipatamente le assemblee dove i lavoratori prendono atto di quanto i sindacati andranno a proporre per poi decidere a maggioranza se approvare o meno. 

E le assemblee vanno convocate per tempo inviando una comunicazione o comunque mettendo a conoscenza di tutti i lavoratori della categoria che in quel giorno, a quell’ora ed in quella sede, si terrà appunto un’assemblea dei lavoratori con un ben specificato ordine del giorno.   

In tali riunioni a tutti i partecipanti deve essere data la possibilità di prendere visione e di poter intervenire su quanto proposto per poi votare accogliendo o meno tale proposta, sia essa una nuova piattaforma di accordo che altro.  

In un secondo momento, ma solo dopo quando sarà chiara la volontà di tutti i marittimi, iscritti o meno alle varie sigle sindacali, potrà essere indetta una convocazione per la stipula del nuovo accordo.  

I lavoratori marittimi hanno il diritto di essere sempre informati su ogni iniziativa sindacale che li riguardi, su ogni incontro che effettueranno, su eventuali iniziative intraprese e non devono venirne a conoscenza solo a cose fatte, anzi, a contratti siglati. 

Per tutte queste ragioni, Anna Massone in qualità di Presidente del CENTRO NAZIONALE MARITTIMI alla luce di questi comportamenti Sindacali, si fa portavoce delle istanze di numerosi marittimi suoi soci i quali, non sentendosi in questa circostanza rappresentati e tutelati nei loro interessi di lavoratori, si sono rivolti a lei come Centro di riferimento, per cui chiede ai Sindacati, come “conditio sine qua non”, che prima di sedersi al tavolo per siglare un accordo come rappresentanti dei marittimi, vengano indette preventive riunioni assembleari dislocate in modo tale da poter garantire la partecipazione a tutti i lavoratori marittimi della Tirrenia. 

Inoltre, vista la non trasparenza da parte dei Sindacati in questa vicenda, chiede che un rappresentante nominato dai lavoratori marittimi aderenti al CENTRO NAZIONALE MARITTIMI , durante l’incontro con la Tirrenia registri l’incontro stesso in modo che tutti gli interessati possano venire a conoscenza delle modalità con cui saranno state condotte le trattative.  

 http://www.marittimi.org/ 

tel. 010 5958259    339 7518137

31/07/2013 commenti (21)